Halloween!

Dolcetto o scherzetto?

Oggi parlo di Halloween, un periodo che fa da spartiacque tra l’autunno e il periodo natalizio.

Da dove arriva Halloween?

Sentendo pronunciare la parola HALLOWEEN penso subito a “dolcetto o scherzetto?”, oppure ai bimbi travestiti da personaggi più o meno mostruosi, oppure immagino zucche terrificanti prendere vita e fantasmi ululanti. In realtà il significato è molto più importante e con tanta storia.

Halloween si festeggia il 31 di ottobre di ogni anno, è una giornata che arriva da tempi davvero lontani ma non mi soffermo ad approfondirne la storia che puoi trovare facilmente su internet, anche se mi permetto di segnalare il sito studenti.it perché riporta spiegazioni chiare e dettagliate.

Come festeggiare Halloween?

Nella mia infanzia in questo periodo – di Ognissanti – non c’erano vigilie piene di dolciumi e costumi.

Erano giornate di visite ai morti e ai vivi, e io ricordo tanta nebbia molto, molto fitta, e caldarroste, molto, molto calde, bollenti, veramente di estrema utilità per riscaldare mani ghiacciate e pance fredde dopo interminabili pomeriggi al cimitero. Si decretava l’ingresso ufficiale del cappotto pesante e di berrettoni e manopole, rigorosamente realizzati da mamma e nonna!

Come dicevo non c’erano feste, a parte le caldarroste e la frutta secca.

Nel corso degli anni Halloween è entrata nella nostra “routine” festaiola il cui fulcro sono i bambini.

Ecco che tra le varie idee che si possono trovare sicuramente c’è quella di creare momenti di condivisione con figli e nipoti, complice la creatività, per esempio realizzando biscotti o dolci tematici, oppure creando decorazioni.

Realizzare decorazioni per Halloween

Io non sono cuoca. Perciò niente ricette!

Posso però suggerire idee per realizzare qualche decorazione. Chissà se tra i lettori di questo blog ci sono persone appassionate di cucina che possono trarre ispirazione da questo articolo.

E allora diamo il via a zucche terrificanti, fantasmini e ragnetti. Il gatto nero io ce l’avevo in casa, forse dovrò pensarci su questo dettaglio e aggiungerlo in repertorio…vedremo!

Quelle che presento sono disegni di Halloween semplici che possono essere utilizzati:

  • come modelli per decorare il vetro
  • come modelli per essere colorati dai bambini
  • come tracce per essere ritagliati e usati come decorazione

Esempi di realizzazione e conclusioni

Ho applicato i miei disegni principalmente ai bijoux di vetro e ai “suncatcher” (acchiappasole o prendisole) i quali – per farla semplice – nel mio caso sono dei bijoux più grandi, dagli 8 cm di diametro in su, che possono essere appesi in giro, di solito alla finestra.

Di seguito mostro lo stesso disegno applicato in modo differente, ovvero su due suncatcher di forme differenti e un vasetto.

Da semplice “ciondolo” a un vaso fantasma portacandele il passo è stato semplice, ho aggiunto del materiale simile a ragnatele che ho fissato al vaso con della passamaneria nera.

Invece giocando con i colori, passando dal bianco all’arancione ecco che il disegno pensato per un fatasma cattivello è diventato una zucca.

Con un poco di fantasia, colori e colla è possibile creare qualcosa per passare la giornata in modo divertente.

Se sei interessato ad acquistare questi disegni visita il negozio su ETSY: scheggedivetroshop

Condividi se ti piace:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.